Osteoporosi negli anziani

" A soffrire di questa malattia non sono soltanto le donne in menopausa, in quanto l'osteoporosi negli anziani è una declinazione fisiologica dello stato osseo. "

Data: 31/12/17 | Vista: 111

Osteoporosi negli anziani

Osteoporosi negli anziani, chi e quando colpisce?

L'osteoporosi negli anziani è un fattore naturale e può colpire in eguale misura sia gli uomini, che le donne della terza e quarta età. Ciò accade perché la massa e la qualità dell'osso cominciano progressivamente a diminuire attorno ai 50 anni, con particolare connotazione negativa per le donne in menopausa. Sebbene ci siano dei fattori di rischio arginabili, ve ne sono tanti altri che invece non possono essere ovviati poiché derivanti dal declino fisico naturale. 


Fra poco vedremo nel dettaglio tutto quello che c'è da sapere sull'osteoporosi negli anziani, ma se cerchi maggiori informazioni sulla nostra struttura puoi fare un tour virtuale o contattarci direttamente su questo sito. 

Le cause principali dell'osteoporosi negli anziani

Fra le principali cause dell'osteoporosi negli anziani possiamo annoverare le alterazioni della struttura ossea e un rallentamento delle risposte protettive: sono questi, infatti, dei fattori di rischio che non possono essere corretti poiché connessi con il declino fisiologico. Esistono poi altre cause che possono essere arginate, almeno in parte, come l'abuso di alcol e fumo, la mancanza di attività fisica, la scarsa assunzione di vitamina D e di calcio. 


In ogni caso, la prevenzione è la miglior soluzione per combattere l'osteoporosi negli anziani. Infatti, molto spesso questa malattia non viene diagnosticata affatto e ci si accorge di averla solo in seguito ad un evento traumatico, ma lì siamo già ad uno stadio avanzato molto più difficile da curare. In considerazione di ciò, non è un caso che l'osteoporosi venga altresì definita come “la malattia silente”.

Sintomi e cura 

Come accorgersi della presenza dell'osteoporosi nell'anziano? Ci sono dei campanelli d'allarme che segnalano tale patologia, ovvero: 

  • mal di schiena intenso
  • diminuzione progressiva della statura
  • postura non più eretta
  • frattura e/o forte dolore alle ossa, in particolar modo alle vertebre, al polso o al femore


Di certo, prima di aspettare che la malattia prenda il sopravvento, è bene concordare con il proprio medico di fiducia delle analisi di routine (come la MOC) per controllare lo stato delle proprie ossa, specie se si hanno casi pregressi in famiglia. 


Per quanto concerne le cure relative all'osteoporosi nell'anziano, occorre pensare ad un programma di trattamento completo che prevede non solo una terapia farmacologica di sostegno, ma anche una maggiore attenzione alla dieta, più attività fisica e un approccio diverso al proprio modo di muoversi, onde evitare fratture. Tali accorgimenti, così come una eventuale e quasi sicuramente necessaria terapia farmacologica, vanno presi in accordo con un medico specialista.


Cerchi assistenza per una persona anziana? Contattaci per saperne di più e per conoscere la nostra struttura.  


Richiedi Informazioni

"Osteoporosi negli anziani "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su
Aiuto
Hai bisogno di aiuto?