Salvavita per anziani, ecco come funzionano

" Il salvavita per anziani può essere ottimo da utilizzare in casa per gli anziani che vivono soli. Scopri come funziona e quali dispositivi possono essere acquistati! "

Data: 19/10/17 | Vista: 16

Salvavita per anziani, ecco come funzionano

Salvavita per anziani, il funzionamento e i dispositivi disponibili

Restare il più a lungo possibile nella propria casa da anziani è l’obiettivo di moltissime persone: tutti preferiscono, potendo scegliere, l’assistenza di un familiare piuttosto che quella di un estraneo, seppure professionista, di una casa di riposo. È un dato di fatto questo. I salvavita per anziani spesso possono aiutare a restare più a lungo in casa quando si è anziani.

Continua a leggere per scoprirne il funzionamento e le tipologie disponibili e se sei in cerca di assistenza professionale per un anziano, non esitare: contattaci subito! Ti risponderemo in pochissimo tempo!

Il funzionamento dei salvavita per anziani

Esistono moltissime tipologie di salvavita per anziani e il loro funzionamento tende a essere specifico per ognuno. I dispositivi più semplici generalmente vengono collegati a dei numeri di telefono che l’anziano può chiamare automaticamente in caso di emergenza semplicemente premendo un pulsante. In realtà i dispositivi disponibili in commercio sono veramente tanti.

Scopriamo i più utili.

Monitor di movimento per anziani: sono sensori wireless che possono essere posizionati vicino gli ingressi delle stanze più utilizzate quotidianamente. Solitamente vengono posizionati nei pressi del bagno e della cucina. Se il monitor non rileva movimenti per un periodo di tempo determinato dall’utente si avvia una chiamata d’emergenza automatizzata. Una soluzione del genere è molto utile per attivare subito i soccorsi in caso di incoscienza estesa o traumi fisici.

Servizio chiamata di emergenza: solitamente questo tipo di dispositivo è portatile. Permette alla persona anziana di chiedere aiuto subito in caso di cadute accidentali o di malessere. I più moderni sistemi di emergenza sono in grado di inviare chiamate d’emergenza non solo quando ci si trova in casa ma anche quando si è fuori casa.

Dispositivi portatili che rilevano il battito cardiaco: sono ottimi per gli anziani che sono affetti da patologie a carico del cuore. Possono rilevare aritmie e problematiche che richiedono assistenza medica. I più moderni e sofisticati riescono a rilevare anche le più lievi sfumature del battito che possono essere la prima espressione di arterie ostruite o simili. Solitamente sono dispositivi di piccole dimensioni che possono essere utilizzati facilmente indossandoli sotto gli abiti. Sono molto utili anche per mettere a disposizione del cardiologo informazioni specifiche sul funzionamento del cuore durante tutta la giornata.

Sensori di fumo e di gas: sono ottimi da installare in cucina, una delle stanze più a rischio di incidenti domestici quando si è anziani. I sensori di fumo aiutano a ridurre il rischio di incendio provocato da pietanze dimenticate sui fornelli accesi; quelli del gas aiutano, invece, a evitare intossicazioni da metano o monossido di carbonio, a seconda della tipologia scelta.

Sensori di rilevamento GPS: sono ottimi per gli anziani che soffrono di demenza. Alcuni dispositivi sono in grado di attivare un allarme se rilevano che la persona sì è allontanata dalla sua casa e possono permettere a chi se ne prende cura di riuscire a rintracciarla.

Hai bisogno di assistenza per una persona anziana? Scegli la casa di riposo Falisco! Contattaci subito: ti risponderemo in pochissimo tempo!

Richiedi Informazioni

"Salvavita per anziani, ecco come funzionano "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su
Aiuto
Hai bisogno di aiuto?