Malinconia negli anziani, consigli per riconoscerla

" La malinconia negli anziani è spesso accompagnata da depressione soprattutto se si tratta di una condizione psicologica di lunga durata. Evitarla è possibile: scopri i nostri consigli! "

Data: 28/12/17 | Vista: 44

Malinconia negli anziani, consigli per riconoscerla

Malinconia negli anziani: i consigli che ti aiuteranno ad allontanarla

La malinconia negli anziani e la depressione che solitamente la accompagna sono tra gli impedimenti più significativi all’invecchiare bene e in salute. Le persone che ne soffrono spesso sperimentano una tristezza molto profonda e un senso di disperazione che non è paragonabile al comune senso di infelicità. Il dolore psicologico avvertito spesso viene considerato molto più forte da sopportare del dolore fisico. Il disinteresse per la vita è dietro l’angolo in questi casi: gli anziani che soffrono di malinconia e depressione si smarriscono; perdono interesse verso ciò che prima li rendeva vibranti ed energici; la vita stessa nei casi più gravi può perdere di significato?

Come aiutarli? Continua a leggere per scoprire i nostri consigli e se hai bisogno di assistenza per una persona anziana, non esitare: contattaci adesso! Ti risponderemo in pochissimo tempo!

Cosa accade quando un anziano soffre di malinconia?

Non è semplice affrontare la malinconia soprattutto quando sfocia nella depressione vera e propria e le persone anziane sono particolarmente a rischio. Spesso chi ne soffre trova difficile svolgere le normali funzioni della vita quotidiana:

  • c’è chi inizia a dormire molto e chi invece troppo poco;

  • chi perde interesse per il cibo e chi, al contrario, vi si rifugia;

  • si iniziano ad avere problemi sul lavoro;

  • le interazioni sociali diminuiscono;

  • si finisce a rimuginare su questioni futili e si perde la capacità di prendere posizioni in merito a decisioni importanti;

  • talvolta non si riesce a perdonare sé stessi per ogni piccolo errore commesso.

Le persone anziane che soffrono di malinconia hanno un’aspettativa di vita minore rispetto a quelle che non ne soffrono. Questa condizione psicologica se prolungata nel tempo espone a malattie croniche come il diabete e le cardiopatie. Spesso ci si ritrova a vivere in una condizione di isolamento che non fa altro che alimentare il sentimento di malinconia e la depressione che si provano.

Malinconia e depressione non sono “sintomi” dell’invecchiamento

Il lato positivo di tutto ciò è che, a differenza di quanto si pensi, la depressione e la malinconia non sono l’esito del normale processo di invecchiamento. Pertanto, possono essere contrastate e se già se ne soffre è possibile venirne fuori e riprendere a condurre una vita più felice e serena.

La depressione, infatti, può essere trattata efficacemente e superata; il problema è che spesso non viene riconosciuta. Uno dei motivi alla base di questa difficoltà è che tende a manifestarsi anche con sintomi fisici: mal di testa persistente, affaticamento, insonnia, difficoltà digestive. In questo caso il corpo somatizza il disagio psicologico avvertito: sono campanelli d’allarme che però vengono spesso fraintesi.

La famiglia, il gruppo di amici e la comunità possono fare la differenza però: riuscire a sconfiggere i sentimenti di malinconia e depressione negli anziani è possibile. Se pensi che un anziano tuo caro ne soffra, parlane con il medico di base: potrebbe essere il primo passo verso la sua guarigione.

Hai bisogno di assistenza per una persona anziana? La nostra casa di riposo è a tua disposizione! Contattaci ora: ti risponderemo in pochissimo tempo!

Richiedi Informazioni

"Malinconia negli anziani, consigli per riconoscerla "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su
Aiuto
Hai bisogno di aiuto?