Esenzione ticket per anziani, ecco come orientarsi

" Come fare per richiedere l’esenzione ticket per anziani? Quali procedure seguire per ottenere l’esenzione per età? Questo e molto altro nel nostro approfondimento sul sito! "

Data: 31/8/17 | Vista: 86

Esenzione ticket per anziani, ecco come orientarsi

Esenzione ticket per anziani: l’esenzione per reddito e per età

Quando si parla di esenzione ticket per anziani o per età si rischia di cadere in un fraintendimento: l’esenzione per anziani, infatti, rientra nell’esenzione per reddito. Soltanto gli anziani che hanno un reddito basso possono richiederla; non esiste attualmente un’esenzione legata soltanto al fatto di aver superato i 65 anni.

Continua a leggere per scoprire i dettagli su questo tipo di esenzione ticket e se hai bisogno di assistenza per un anziano, non esitare: contattaci subito! Ti risponderemo in poco tempo!

L’importanza del reddito per l’esenzione ticket per anziani

La normativa vigente ha stabilito che l’aver superato i 65 anni non è condizione sufficiente per la richiesta di questo tipo di agevolazione sanitaria. Bisogna, infatti, anche appartenere a un nucleo familiare con reddito basso. In questo caso si può rientrare nell’esenzione per reddito.

Si può rientrare in questo tipo di esenzione anche se si ha meno di 65 anni e si è in possesso di uno dei seguenti requisiti di tipo “sociale”: se si è in stato di disoccupazione o se si è titolari di una pensione minima o sociale.

Requisito indispensabile per l’ottenimento di questo tipo di esenzione, però, è il reddito complessivo del nucleo familiare: il limite da non superare è stato stabilito per legge ed è pari a € 36.151,98 annui.

I pensionati al minimo e l’esenzione ticket

Come anticipato, si può richiedere l’esenzione per reddito anche se non si hanno ancora 65 anni ma si è titolari di una pensione minima. Questo tipo di pensione viene riconosciuta dall’INPS ai pensionati che hanno un valore di contributi versato inferiore al livello stabilito dalla legge. In questo caso la pensione viene erogata al “minimo vitale”, una cifra che varia leggermente di anno in anno e che nel 2017 è pari a 501,89 €. Bisogna tener presente in questo caso che sebbene l’esenzione abbia un carattere personale essa spetta anche ai familiari a carico della persona che ne ha fatto richiesta.

Richiedendo l’esenzione per reddito gli anziani hanno diritto a effettuare, senza alcun pagamento del ticket, tutte le prestazioni diagnostiche, di laboratorio e specialistiche legate al Servizio Sanitario Nazionale che vengono considerate necessarie e appropriate alla propria salute. Attualmente non rientrano nell’esenzione per reddito le prestazioni farmaceutiche: i farmaci che rientrano nella Fascia C devono essere pagati.

Come ottenere l’esenzione ticket per anziani?

Se si ritiene di aver diritto all’esenzione per reddito (sia essa per età o per pensione minima) si può farlo presente al proprio medico di base al momento della prescrizione delle prestazioni specialistiche ambulatoriali. Il medico verifica i dati presenti sull’Agenzia delle Entrate tramite la Tessera Sanitaria e lo comunica all’interessato inserendo il relativo codice sulla ricetta (E01 se si tratta di un’esenzione per reddito per età oppure E04 se si è titolari di pensioni al minimo e si hanno familiari a carico, oppure E03 se si ricevono pensioni sociali e si hanno familiari a carico). Se non si compare nell’elenco del medico di base ma si ritiene di rientrare in questo tipo di esenzione è sufficiente recarsi alla propria ASL e autocertificare il proprio reddito così da ottenere un certificato provvisorio di esenzione valido per l’anno solare in corso. Questo, quindi, va poi presentato al medico di base.

Hai bisogno di assistenza per una persona anziana? La nostra casa di riposo è a tua disposizione! Contattaci adesso: ti risponderemo in pochissimo tempo!

Richiedi Informazioni

"Esenzione ticket per anziani, ecco come orientarsi "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su
Aiuto
Hai bisogno di aiuto?