Blocco renale anziani, ecco come riconoscerlo

" Come riconoscere e intervenire in presenza di un blocco renale negli anziani? Scoprilo nel nostro approfondimento sul sito! "

Data: 29/6/17 | Vista: 431

Blocco renale anziani, ecco come riconoscerlo

Blocco renale anziani, consigli per intervenire tempestivamente

Numerose ricerche hanno portato alla luce come gli anziani siano tra le persone più a rischio di cadere vittima di un blocco renale così come coloro che assumono numerosi farmaci e che sono affetti da malattie croniche. Per queste categorie di persone monitorare periodicamente la funzionalità dei reni è molto importante perché può salvare la vita: non è sempre facile, infatti, riuscire a riconoscere i sintomi iniziali di questa patologia definita anche insufficienza renale acuta.

Continua a leggere per scoprire i dettagli e se hai bisogno di una casa di riposo per un anziano, non esitare: contattaci ora! Ti risponderemo in pochissimo tempo!

I sintomi principali del blocco renale negli anziani

In presenza di un blocco renale riuscire a intervenire tempestivamente può letteralmente salvare la vita. Non è sempre semplice, però, individuare i primi sintomi. Bisogna fare attenzione in particolare alla presenza per più giorni di una o più delle seguenti condizioni:

  • mal di schiena acuto all’altezza dei reni;

  • confusione;

  • drastica diminuzione nella produzione di urina;

  • gonfiore agli arti inferiori;

  • scarso appetito accompagnato spesso da nausea e vomito.

In alcuni casi può sopraggiungere anche febbre e malessere generale.

Quali sono le cause del blocco renale negli anziani?

Generalmente non c’è una singola causa che determina l’insorgenza del blocco renale negli anziani ma l’interazione di più elementi. Generalmente i più comuni sono i seguenti:

un improvviso e prolungato calo del flusso sanguigno ai reni: il calo del flusso sanguigno ai reni può essere a sua volta conseguenza di una ferita importante oppure di un’infezione;

l’assunzione di determinati farmaci: alcuni farmaci se assunti per periodi di tempo molto lunghi possono determinare danni ai reni. Per questo motivo le persone maggiormente esposte al blocco renale sono gli anziani sottoposti a cure molto sostenute;

le infezioni: un’altra causa frequente di blocco renale negli anziani sono le infezioni batteriche. L’azione di alcuni microrganismi se non tempestivamente bloccata può determinare gravi danni al funzionamento dei reni;

calcoli renali: anche questa, purtroppo, è un’altra causa frequente di blocco renale soprattutto negli anziani. I calcoli ai reni, infatti, possono determinare un abbassamento della funzionalità di questo organo come anche le patologie a carico della prostata, i tumori o i traumi localizzati.

Come viene trattato il blocco renale?

Se il medico diagnostica un blocco renale è necessario ricorrere quanto prima al ricovero in ospedale in modo da consentire agli specialisti di indagarne le cause e trattarle adeguatamente. Nei casi più gravi, tuttavia, il trattamento farmacologico non è sufficiente: quando la funzionalità dei reni scende sotto il 10% solitamente si ricorre al trapianto.

Hai bisogno di assistenza per una persona anziana? Scegli la nostra casa di riposo! Contattaci subito: ti risponderemo in poche ore!

Richiedi Informazioni

"Blocco renale anziani, ecco come riconoscerlo "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su
Aiuto
Hai bisogno di aiuto?